Archivi categoria: copertina ebook

Copertine ebook e sperimentazioni artistiche

Copertina ebook Il Blog degli scrittori

 

Le immagini a cui ispirarti per la scelta della copertina del tuo libro o ebook, potrebbero provenire dal passato. Ci avevi già pensato? L’idea mi è venuta leggendo un articolo pubblicato su il Venerdì di Repubblica che descrive le illustrazioni dei libri durante la Repubblica di Weimar, negli anni Venti, ricche di colori e forme capaci di esprimere una forte vitalità artistica.  Come suggerisce l’autore dell’articolo, Marco Filoni, questi disegni e collage hanno influito sulla realizzazione e progettazione delle copertine moderne.

 

 

Copertine ebook e libri Il Blog degli scrittori

 

Nuovi linguaggi

Quando penso all’avanguardia artistica tedesca, mi vengono in mente dei nomi apparentemente lontani tra loro. I pittori e fratelli olandesi Van Velde, Samuel Beckett e David Bowie. Che c’entra Bowie? Ok, lo ammetto: lo adoro. Però alt. Guarda che nel mio delirante collegamento – solo apparentemente però – un senso c’è.

 

È la sperimentazione del linguaggio artistico

 

 

Dì la verità, già avevi il ditino pronto per scrivere nei commenti: “ma che blateri?! Questi nomi sono troppo lontaaaaaaani tra loro” e invece 🙂

 

Il linguaggio di Samuel Beckett

Beckett scrisse nel 1948 un saggio sulla pittura d’avanguardia dei fratelli Van Velde, intitolato Pittori dell’impedimento (contenuto in Disiecta, una raccolta di scritti beckettiani curata da R. Cohn e edita in Italia dall’E.G.E.A. nel 1991). Non è il genere di quadri che appenderei in casa, ma ammiro sicuramente l’intenzione dei Van Velde nel realizzarli, raccontata dallo scrittore irlandese nel suo saggio. Il loro è stato un tentativo, affatto facile, di rappresentare una lacuna: la mancanza del rapporto tra soggetto e oggetto e la, conseguente, difficoltà artistica di rappresentare l’oggetto. Questo tentativo si ritrova anche nella poetica beckettiana e porterà, nel 1948, alla nascita di Aspettando Godot, una delle pièce teatrali più importanti di Beckett – e del Novecento – per la sua capacità di esplorare il linguaggio artistico.

 

Visto che l’argomento è vasto – e non posso esaurirlo in un post – ti anticipo che lo approfondirò in un mio saggio sulla poetica beckettiana, a cui sto lavorando da tempo e che uscirà fra non molto. Se l’argomento ti interessa, seguimi nei prossimi mesi!

 

…e quello di Bowie

Lo so. Paragonare Bowie a Beckett?! Ma ci vuole coraggio nella vita, no? E credo che, a suo modo, anche Bowie abbia realizzato un nuovo linguaggio nella musica. Ora, non saprei fare un’analisi del suo percorso musicale – visto che non ho consultato i manuali di storia della musica contemporanea – ma posso basarmi solo sulla mia esperienza personale e, fino ad ora, non ho riscontrato sonorità simili alle sue nei progetti musicali di altri artisti, nati prima di lui. Ad esempio, non saprei identificare un suo precursore e nemmeno qualcuno che indossava vestiti di quel tipo per esibirsi sul palco. Credo sia stato il primo. Ma, ribadisco, questa è la mia personale opinione. Se hai qualche informazione più precisa sul ruolo di Bowie nella musica, scrivila nei commenti così possiamo confrontarci.

 

Provare, provare, provare

Insomma Weimar, i Van Velde, Beckett e Bowie. In fondo non sono così lontani tra loro, anche se gli anni che li distanziano non sono pochi. Mi piacerebbe respirare, oggi, la creatività di quel periodo. A te?

La ricerca, il provare, la non curanza (forse anche troppa per certi versi) dell’opinione dei critici e di quella del pubblico. Non rimaneva che esprimere ciò che l’artista vedeva e che per lui era vitale dire. Ecco, questo accomuna l’avanguardia, i Van Velde, Beckett e Bowie: il coraggio di sperimentare il nuovo perché

 

 

“essere artista è fallire”

                                     cit. Samuel Beckett

 

 

 

Ora, probabilmente già lo sai ma repetita iuvant: la tua copertina sarà il primo mezzo con cui comunicherai il contenuto del tuo libro o del tuo ebook. Ricercala con cura!

Lascia un commento

Archiviato in copertina ebook